LOTTA E SACRIFICIO – Trasferte complicate per i giovani del Firenze Rugby 1931

  • 20 Aprile 2018

LOTTA E SACRIFICIO - Trasferte complicate per i giovani del Firenze Rugby 1931

UNDER 16 Regionale
Chianciano Terme, Campo sportivo Castagnolo – domenica 15 aprile 2018 ore 11.00
Molon Labé vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 29-26

 

Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: Gargiani, Conti F., Gori (Giannardi dal 7′ s.t.), Lo Gaglio P., Kibarian, Bianchini, Menicagli, Rahmouni (Younes dal 7′ s.t.), Starda, Cecconi, Valtancoli, Brogi F., Pagni, Davio, Fabbrocino

 

Marcatori: Cecconi (tr. Bianchini), Kibarian (tr. Bianchini), Lo Gaglio F. (tr. Giannardi), Cecconi (nt)

 

Questo è rugby.
Finisce così, con una amichevolissima partita a calcio tra i nostri ragazzi della Under 16 Regionale e gli avversari del Molon Labé.
Incontro importante per i nostri che in caso di vittoria avrebbero potuto scalare la classifica del girone. La nostra squadra si presenta con una formazione rimaneggiata e soprattutto con solo due riserve. La partita è da subito molto equilibrata e combattuta, il risultato altalenante ma con un piccolo vantaggio per il Firenze 1931 grazie alla maggiore precisione nelle trasformazioni.
Verso la fine del primo tempo la svolta, prima un giallo e quindi un infortunio (forte contusione al ginocchio per Starda) costringono la squadra allenata da Gabriele Caneschi ad affrontare quasi tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Nonostante questo i nostri ragazzi riescono a rimanere in partita perdendo alla fine per soli tre punti. 29/26 in risultato finale.
Alta la tensione a fine partita ma dopo una doccia, un abbondante terzo tempo e due calci ad un pallone tondo tutto torna sereno.
Bravi ragazzi avete dato tutto anche questa volta, le vittorie arriveranno presto, magari già domenica prossima con i Ghibellini!

 

Testo e foto di Stefano Giannardi

 

 
 
UNDER 14/1
Torneo Farnese V tappa Superchallenge Colorno – Sorbolo
Sorbolo PR, centro sportivo Sorbolo – domenica 15 aprile ore 10.00

 

Una trasferta complicata quella della Under 14 a Colorno per la 5° tappa del Torneo Superchallenge, cominciata non bene con la rinuncia il giorno prima di Cortopassi per la conferma di una frattura ad un dito della mano.
I ragazzi iniziano il Torneo incontrando la squadra degli Amatori Milano che appaiono fin da subito molto motivati, al contrario dei ragazzi del Firenze. Arriva poi un’altra tegola a cambiare i piani della squadra con l’infortunio di Vannoni nei primi minuti della prima partita.
I ragazzi visti da fuori appaiono disorientati e commettono numerosi errori sia in difesa sia in attacco. I primi tre incontri del girone, che purtroppo come noto decidono pesantemente la classifica del finale, si concludono con 3 sconfitte rispettivamente per 7-0 con gli Amatori Milano, 15-0 con il Modena e 5-0 con il Varese. Spiace davvero perché il girone capitato al Firenze era un girone decisamente alla portata della nostra Under 14 vista giocare nei precedenti Superchallenge.
Prova ulteriore che nel rugby, al di là della presenza in campo di giocatori più o meno forti,  la convinzione e l’aggressività nel gioco sono condizione necessaria per giocare e la mancanza di questi aspetti risulta decisiva.
In semifinale i nostri ragazzi ritrovano il Cecina e finalmente il derby toscano riesce a riaccendere qualche fiammella di orgoglio. I ragazzi riescono a serrare le fila e ritrovare la voglia di giocare. È una partita equilibrata, a tratti avvincente, che nonostante la meta di Pallotti vede il Firenze sotto 7-5 all’ultimo minuto di gioco. I ragazzi del Firenze, a loro il giusto merito, trovano con Pianigiani la meta a tempo scaduto, fissando così il risultato finale sul 10-5 (meta non trasformata).
Nella partita finale per il 13°-14° posto i ragazzi affrontano il Rho senza alcuni giocatori chiave e con molti giocatori in campo con diversi acciacchi. È in questa partita che i ragazzi del Firenze, viste la condizione fisica in cui hanno affrontato la partita, si prendono i complimenti degli allenatori, giocando con intensità e mettendoci tutto quello che era rimasto loro.
Il Firenze 1931 vince quindi l’incontro con il Rho 14-5 con mete di Pallotti e Maiorano, aggiudicandosi il 13° posto – numero azzeccato viste le vicissitudini del Torneo.
Piazzamento non lusinghiero in generale ma che ha fornito nuovi insegnamenti ai ragazzi che portano con loro nuova esperienza e la comprensione del fatto che, anche quando tutto va storto, è necessario dare il massimo e forse qualcosa di più.
Se ne faranno tesoro per il futuro, sarà loro molto utile.

 

Testo di Luca Beccastrini –  Foto Simona Chiostrini

 

UNDER 14/2
Scandicci FI, campo sportivo Vingone – sabato 14 aprile ore 17.00
TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Florentia

 

Brutta giornata per l’Under 14/2 del  Firenze 1931 che incontra il Florentia sul campo amico del Vingone. Fin dall’inizio si capisce che il Florentia schiera la formazione d’attacco, i biancorossi soffrono da subito le percussioni e le ripartenze degli ospiti, tanto che il punteggio cambia subito al 5° del primo tempo quando il Florentia infila la prima di una lunga serie di mete, interrotte da una bella meta di Olmo Fantini, trasformata da Metti, a metà primo tempo che fa bene al morale, ma l’andamento della partita non cambia. Purtroppo verso la fine del secondo tempo viene annullata una meta buona su un’incursione di Metti sulla fascia che comunque non avrebbe cambiato il risultato ampiamente positivo per il Florentia che si conferma bestia nera per il Firenze Under 14/2.

 

Testo di Alessandro Metti
 

 

 
 
UNDER 10 – Raggruppamento Gispi – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Prato, campo sportivo Coiano – sabato 14 aprile ore 15.30

 

Dopo quasi un mese di inattività l’Under 10 torna finalmente a calcare i campi di gioco.
Teatro delle sfide di questa diciassettesima giornata del calendario regionale toscano, è l’impianto di Coiano del GISPI Prato.
Oltre al Firenze 1931 e ai padroni di casa, partecipano al concentramento anche le società rugbistiche di Iolo, Sesto e I Puma Bisenzio.
3 i campi allestiti con la consueta modalità del girone all’italiana.
Sarà per il caldo sole primaverile, sarà per via della pausa troppo lunga ma i ragazzi oggi sembrano avere una marcia in più e fin dal primo incontro si fanno trovare pronti all’azione.
C’è concentrazione, c’è  affiatamento, c’è voglia di fare; i frutti dell’allenamento e del tempo che consolida i legami di squadra si vedono fin dalle prime azioni di gioco e nella grinta messa in campo.
Nonostante nelle prime due gare i biancorossi raccolgano solo un pareggio e  una sconfitta di misura, gli incontri sono tutti giocati con intensità e ad armi pari e le partite successive sono un crescendo di gioco e risultati fino alle vittorie contro Sesto e GISPI.
Al termine degli incontri tanti abbracci e tanti sorrisi sottolineano la soddisfazione di tutti: atleti, educatore e genitori a seguito.
La solita ottima organizzazione dei padroni di casa ed un bel terzo tempo chiudono un’altra bella giornata di gare e di crescita per i nostri ragazzi che ancora una volta possono tornare a casa soddisfatti e orgogliosi del loro operato.

 

Testo di Maurizio Amadori – Foto di Marzio Tomasini

 

 
UNDER 8 – Raggruppamento Florentia – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 –
Firenze, campo Marco Polo – sabato 14 aprile ore 15.30

 

Un sole tanto bello quanto insolito per il periodo ci accoglie al campo dei cugini del Florentia Rugby per un concentramento che si preannuncia agguerrito e impegnativo, anche per il numero di partecipanti.
Oltre ai nostri ragazzi sono presenti due squadre dei padroni di casa, due del Gispi Prato e due delle Sieci-Mugello.
I nostri piccoli rugbisti dimostrano una gran voglia di lottare e sacrificarsi nel più classico dei motti, tutti per uno uno per tutti, vincendo le  partite con le due squadre del Florentia e le due contro le rappresentative Sieci-Mugello, mostrando una bella amalgama con insolite azioni alla mano e addirittura un paio di mete portando la palla a segno con mischie caparbie.
Infine le due sconfitte con le compagini del Gispi nelle quali abbiamo dovuto confrontarci con un gap fisico che non ha comunque scoraggiato i nostri ragazzi, che hanno fatto onore al mantra rugbistico per definizione: SOSTENERE-AVANZARE.
Per finire il meritato terzo tempo all’aperto tutti insieme per godere ancora della bella giornata di sole.

 

Testo di Manfredi Tozzi- Foto di Claudio Sozio